Skip to content

A scuola di Aromaterapia

Posted in Review

Prendete carta e penna perchè questa sarà una vera e propria lezione:mi immedesimerò in un’insegnante di aromaterapia e vi porterò con me nel meraviglioso mondo degli oli essenziali.Nello specifico tratterò quelli che sono i principali disturbi che colpiscono il mondo femminile e come trattarli grazie a questi preziosi alleati.

Un po’di storia..
Il fondatore dell’aromaterapia ( che consiste nello studio e nell’applicazione delle proprietà terapeutiche degli oli essenziali di origine vegetale ) fu il francese René-Maurice Gattefossé nato sul finire dell’ottocento che coniò tale termine per il titolo del libro che pubblicò nel 1937.
Con il termine olio essenziale ( ne esistono circa 70 ) si intende un’essenza aromatica ricavata dalle parti di una pianta ( può essere ottenuto dalla radice,dalle foglie,dai fiori per esempio ) che lo produce come repellente contro gli insetti o per le capacità rigeneranti e cicatrizzanti,inoltre come alleato ai fini dell’impollinazione.
Nel XIX secolo George William Septimus Piesse,studioso inglese,inventò tre termini di uso ancora comune,le cosiddette “note” per suddividere gli oli essenziali:quella di testa,alla quale appartengono oli ricavati dalle bucce o dai frutti,caratterizzata da una vibrazione che sale verso l’alto ( stimola la mente ),tipica degli aromi di arancio,limone e mandarino,quella di cuore,che caratterizza le essenze ricavate dai fiori e foglie,dal fusto,che agiscono direttamente sull’affettività per un effetto sensuale e deciso,come la rosa,la lavanda e il neroli e infine la nota di base,tipica di corteccia e radici,con una bassa carica vibrazionale per un’aroma caldo e pesante:sandalo,patchouli e vetiver.Cuore-base,cuore-testa rappresentano invece le caratteristiche intermedie.

Come si ottengono..
-pressati a freddo,semplice spremitura ( bucce degli agrumi ad esempio )
-con solventi volatili,di origine organica come i derivati del petrolio, per ottenere le essenze assolute.
-distillazione in corrente di vapore mediante vapore acqueo per l’appunto,per separare l’olio dall’acqua.

Come utilizzarli..
-suffimigi
-inalazione secca
-massaggio
-diffusi nell’ambiente
-per impacchi
-nei bagni
-per pediluvi e maniluvi
-per uso interno ( solo in alcuni casi )
-nei cosmetici
IMPORTANTE:non applicate direttamente gli oli sulla cute o muscose,ma per mezzo di un vettore ( ad esempio l’olio di mandorle o d’oliva ) perchè possono risultare particolarmente irritanti,possono inoltre dare fotosensibilizzazione.Sono sconsigliati nei soggetti epilettici e sofferenti di convulsioni,in gravidanza e allattamento.

Come diluirli..
-su 30 ml di vettore:10-12 gocce di essenza
-su 50 ml 18-20 gocce
-su 100 ml 35-40 gocce
In linea generale si consideri il 4-5% di olio rispetto alla quantità di vettore che si utilizza.

In caso di acne:
-utilizzare una crema qualsiasi da giorno neutra e aggiungere in pari quantità olio essenziale di lavanda,limone e manuka
-per la crema da notte,neutra,aggiungere cedro,mirto e patchouli
-per applicazioni locali e per uso interno:tea tree oil o albero del tè
-per preparare un’emulsione di pulizia:acqua e aceto in pari quantità alla quale si aggiungeranno oli essenziali di lavanda,limone e albero del tè

In caso di cicatrici:
-creare un impiastro di argilla verde ( alla quale si aggiungerà acqua fino a creare una crema non troppo densa ) con oli essenziali di mirra,benzoino,cisto e storace.Oppure usare vettori,come l’olio di borragine o di enotera o una crema neutra e aggiungere mandarino,neroli,palmarosa e rosa.

In caso di Herpes:
-due gocce direttamente sulla lesione ( essendo un’area ristretta ) di tea tree oil o chiodi di garofano o manuka.

In caso di psoriasi:
-pari quantitativo di ciascun olio essenziale,potete scegliere tra una di queste miscele:
1) cisto,neroli,palmarosa
2) bergamotto,cardamomo,elicriso
3) galbano,gelsomino,storace

In caso di rughe:
-crema antirughe giorno:50 ml di vettore neutro con l’aggiunta di 4 gocce di neroli,3 di rosa,3 di ylang ylang.
-crema antirughe giorno:50 ml di vettore con 4 gocce di legno di rosa,3 gocce di mimosa,3 di ylang ylang.
-maschera antirughe:2 cucchiai da tavola di miele o panna con l’aggiunta di 8 gocce di olio di ylang ylang o di mimosa o di neroli legno di rosa o rosa.

In caso di cellulite:
-olio da massaggio anticellulite:50 ml di olio di nocciola con l’aggiunta di 10 gocce di olio essenziale di limone,4 di cipresso,4 di ginepro bacche e 4 di rosmarino
-impiastro anticellulite:olio di nocciola con l’aggiunta di essenze di arancio dolce,limone,cajeput e canfora in parti uguali,applicare sulla zona da trattare senza massaggiare,lasciare in posa mezz’ora e infine sciacquare.
Al posto dell’olio di nocciola posso utilizzare dell’argilla verde alla quale aggiungerò dell’acqua.Con le argille utilizzare esclusivamente per mescolare degli attrezzi in legno.

E questo è tutto:come fonte ho utilizzato il Prontuario di Aromaterapia di Fabio Nocentini,distribuito da Flora.

Un bacione

Be First to Comment

Commenta