Skip to content

Paraffina liquida?assolta

Posted in Review

Ciao a tutti. Oggi vorrei cercare di trattare un tema abbastanza ostico dal punto di vista scientifico, che ha dato origine a pareri discordanti sia tra i consumatori ma anche tra gli esperti del settore cosmetico: presunta tossicità della paraffina liquida. Presunta perché i dati sono discordanti. Comincio nel dirvi che io sono tra coloro che non ritiene questo composto più tossico rispetto ai cosmetici di uso comune facilmente reperibili in farmacia, a mio avviso sono altre le sostanze veramente dannose, come quelle presenti nell’aria che inaliamo costantemente, i raggi UVA e UVB e non mi dilungo altrimenti la lista sarebbe infinita. C’è chi preferisce farsi le lampade ogni giorno ma rifugge i prodotti di origine industriale. Punti di vista, condivisibili o meno. Ma parliamo nello specifico del prodotto: cos’è? La paraffina è un composto costituito da una miscela di idrocarburi solidi, per lo più alcani, che deriva dal petrolio, viene chiamato comunemente anche olio minerale. A sentir pronunciare questa parola la maggior parte delle persone si mette le mani nei capelli: ma dal petrolio non si ricava la benzina? Non si producono candele? Per non parlare dell’asfalto. Verità sacrosante. Però ciò che è bene sapere è che vengono prodotti con metodi di raffinazione diversi. La paraffina viene estratta con solventi, come il benzene e separata dal petrolato per refrigerazione. Viene utilizzata sia in campo cosmetico sia farmaceutico, come lubrificante delle feci che le rende di consistenza molle: utilizzo per via interna! Vi sembra che l’Organizzazione Mondiale della Sanità vi permetta di bere benzina??? E’ stato certificato dalla United Status Pharmacopeia, dalla Food and Drug Administration e dalla Farmacopea Europea che la paraffina liquida è priva di qualunque impurità chimica, inclusi batteri e metalli pesanti.
E’ uno degli emollienti più efficaci e sicuri che si conoscano, essendo utilizzato da cent’anni or sono.
Cito:” Studi clinici[2] hanno dimostrato che l’olio minerale di tipo farmaceutico non occlude i pori, è più stabile rispetto alla maggior parte degli oli vegetali ed è proprio grazie all‘eccellente inerzia chimica[3] che riduce la probabilità di intolleranze cutanee.”

2^ SBK Import and Distribution of Chemicals, 2005 3^ DiNardo JC, 2005.

“Gli oli per bambini che contengono Paraffinum Liquidum sono largamente presenti sul mercato. Questo ingrediente viene spesso rifiutato perché è un olio di origine minerale. Ma finché la sua purezza resta elevata, il Paraffinum Liquidum è un ingrediente molto apprezzato proprio in virtù della sua stabilità, consistenza, funzione barriera e costo. È praticamente impossibile ottenere un ingrediente simile con caratteristiche superiori[4].”

4^ Cosmetics & Toiletries J, Vol 107, July 1995.

“L’olio gioca il ruolo fondamentale di inibire la perdita di acqua transepidermica creando un sottile film-lipidico sulla superficie della pelle che ostacola la perdita di acqua senza occludere i pori. Studi dimostrano che la Paraffina Liquida e gli olii vegetali hanno lo stesso potenziale occlusivo[5].”

5^ Stamatas G. et al. Lipid uptake and skin occlusion following topical application of oils on adult and infant skin. J Derm Sci 2008; 50:135–42.

Alcuni prodotti come il Johnson’s baby olio sono stati presi di mira irragionevolmente per per il loro contenuto in paraffina liquida:il suo contenuto al 99% di olio minerale di tipo farmaceutico è stato formulato appositamente per la pelle dei bambini, testato da allergologi, dermatologi e pediatri. Il prodotto viene valutato in tre fasi:
1)revisione degli ingredienti e della formula
2)valutazione pre-clinica della sicurezza
3)studi clinici con valutazione dermatologica
Ne risulta un prodotto sicuro che preserva il Ph della pelle, previene la perdita d’acqua rendendo l’epidermide morbida e idratata.

L’olio Johnson è inoltre disponibile in diverse varianti, che possono essere utilizzate dagli adulti: il gel alla camomilla, che può essere applicato sulle gambe per le sue particolari proprietà lenitive, l’olio arricchito con aloe vera e vitamina E ottimo per idratare la pelle secca, il bedtime oil ideale da applicare alla sera prima di coricarsi per favorire il riposo essendo costituito da NATURCALM,una miscela di aromi che favorisce il rilassamento e infine il lightoll spray caratterizzato da un pratico formato da borsetta da portare sempre con voi.

Che cosa ne pensate di questi prodotti? E del discorso paraffina in generale?
Un bacione

14 Comments

  1. Ciao sicuramente c'è stato e c'è un allarmismo diffuso in materia, aggiungo inoltre, che anche diverse aziende cosmeceutiche ed anche dermatologi hanno aggiunto il carico da 90 creando una tale preoccupazione in merito e facendo puntare tutti l' indice contro i prodotti da te citati "per questo gli adolescenti si ritrovano sempre più la pelle sensibile e proliferano le allergie da cosmesi".. quindi noi, poveri utenti finali che dobbiamo fare se non affidarsi a persone PROFESSIONISTE nel settore che in barba alle percentuali di guadagno dovrebbero tutelare e guidarci nella retta via? Complimenti per il blog. Ciao .

    4 luglio 2011
    |Reply
  2. Grazie mille Agata per il tuo commento!Mi ha fatto enormemente piacere!
    un bacione

    4 luglio 2011
    |Reply
  3. Francesca
    Francesca

    Ciao! è la prima volta che mi sento di condividere in pieno ciò che leggo riguardo gli agenti chimici all'interno dei cosmetici….la gente non sa che una passeggiata di due ore in centro a roma fa più male di una spalmata di olio johnson!io lo uso TUTTI i GIORNI per struccarmi poichè soffro di psoriasi sulle palpebre ad è l'unico prodotto che mi da sollievo e non tira la mia pelle particolarmente delicata e sensibile! il discoso paraffina: è così ovvio che che tutti i prodotti commercializzati da grandi multinazionali (non voglio parlare di prodotti di provenienza cinese o simili) sono periodicamente controllati e se li troviamo sugli scaffali del nostro supermercato di certo non sarà un prodotto cancerogeno! si è messa in croce la paraffina liquida che proviene dal petrolio…allora dovremmo smetterla di bere dai bicchieri di plastica….non sia mai che ci beviamo anche un po' di petrolio che nel frattempo è passato nel caffè….allarmismi ingiustificati a mio avviso! parola di laureata in chimica =P
    Grazie per questo post, è davvero utile a capire…anche se credo che rimarrai solo una voce fuori dal coro!
    complimenti per il blog =)

    7 luglio 2011
    |Reply
  4. Grazie Francesca,sono contenta che tu abbia apprezzato 😉

    7 luglio 2011
    |Reply
  5. Bellissimo post! Sempre troppo allarmismo e la gente impazzisce senza informarsi bene prima! Grazie 🙂

    23 agosto 2011
    |Reply
  6. Grazie e Benvenuta ^.^

    24 agosto 2011
    |Reply
  7. Anonimo
    Anonimo

    Ma avete mai provato a spalmarvi l'olio Johnson? Secca la pelle in modo incredibile, mentre gli oli naturali puri non lo fanno… inoltre io non mi fiderei particolarmente dell'OMS, dati i precedenti e le accuse di collusione con le aziende farmaceutiche. Io personalmente evito e sto bene così, però ognuno è libero naturalmente di spalmarsi ciò che preferisce!

    9 febbraio 2013
    |Reply
    • L'olio Johnson l'ho utilizzato in più di un'occasione e non ho mai avuto alcun problema. Vero è che preferisco anch'io di gran lunga prodotti naturali come l'olio di cocco o di mandorla. Il post era semplicemente un modo per parlane e per discuterne ed esprime quindi qualsiasi opinione abbiate a riguardo. ^.^
      Eli

      19 aprile 2013
      |Reply
    • Marzia Vanni
      Marzia Vanni

      Esatto!L'OMS non è una garanzia!!!né tantomeno la FDA che,tra l'altro,ha approvato l'uso dell'aspartame,notoriamente cancerogeno prodotto da Monsanto,multinazionale raccomandata dall'allora presidente Reagan!!!
      Io il petrolio addosso non lo metto sicuro!
      Illudersi che le case farmaceutiche abbiano rispetto di bambini,anziani e chicchessia è pura illusione!!!
      Visto,con la storia del Lucentis,che rispetto verso chi sta perdendo la vista???

      2 agosto 2014
      |Reply
  8. Anonimo
    Anonimo

    Più dei petrolati mi preoccuperei dei parabeni. In ogni caso, da buona chimica, continuo ad usare la crema nivea, che avrà paraffina, ma di parabeni neanche l'ombra!

    12 febbraio 2013
    |Reply
  9. io ne ho parlato con un dermatologo (oltretutto ricercatore, giovane e quindi che si interessa alle nuove ricerche ecc…) beh lui mi ha detto di non usarlo assolutamente e che molte donne dopo una gravidanza o comunque persone che lo hanno usato per diverso tempo lamentavano diversi problemi, tra cui secchezza, desquamazione, ma soprattutto non ha assolto il suo compito contro le smagliature, l'idratazione ecc.. poi per carità ogni persona è diversa io per esempio per un periodo sui ponfi che mi prudevano, dati da un'allergia, trovavo giovamento solo con le foglie di lattuga messe sopra! 🙂 ma questo è un altro discorso 🙂 ciao!!

    23 aprile 2013
    |Reply
  10. Anonimo
    Anonimo

    io sn una operatrice olistica , quindi faccio tanti massaggi al giorno è uso olio della jonhson, e nn ho per nulla le mani rovinate, e dirò di piu lo usa da anni!!! lo uso xkè so che essendo olio minerale non da allergia , inveci olio di mandorle dolci, puo dare allergia !!!

    29 maggio 2013
    |Reply
  11. Anonimo
    Anonimo

    Che non sia dannosa per la salute perché inerte posso anche crederci, ma che faccia bene alla pelle e la idrati proprio no! Da quando sono passata all eco bio ho visto la differenza tra spalmarsi Labello e un balsamo agli oli vegetali. Perciò usiamola va bene, ma non tutti i giorni! Ciao a tutte Rossella

    13 agosto 2013
    |Reply
  12. Anonimo
    Anonimo

    ma usate OLI VEGETALI, non plastificatevi la pelle anche se sembra che appena spalmato l'olio sia più morbida e levigata! E' un derivato del petrolio, come fa a essere più sano di un olio di mandorle, di argan o simili?? E come fa a IDRATARE?!? La sensazione iniziale può essere quella, invece la pelle non respira più, si secca e vi trovate a continuare a usare quella porcheria per riavere la sensazione di idratazione.
    Stessa cosa con i burro cacao per le labbra!

    16 marzo 2014
    |Reply

Commenta