Skip to content

Pore brush cleaner

Posted in Review

Mea culpa, mea grandissima culpa…
Sono mesi che non aggiorno il blog con un mio post e Elisa lo sa bene e giustamente mi marca stretta.
Ma purtroppamente la tecnologia ha deciso di punirmi sicuramente per qualcosa che ho fatto in una mia vita precedente tipo sabotare la stanza dei bottoni di qualcuno di importante!
Ergo, prima il pc ha deciso di suicidarsi, salvato dal coma irreversibile ha daciso di sopravvivere, ma era il canto del cigno perchè presto s’è spento di nuovo. Così ho cambiato dottore e cure e si è ripreso, ma ha deciso di non leggermi il cavo usb che lo collega guarda caso proprio con la mia macchina fotografica…
Quindi potete immaginare come sia inutile la vita di una blogger senza gli strumenti del mestiere che lavorano sinergicamente con lei e non contro di lei, come in questo caso!
Tutto sto preambolo per giustificare il fatto che per questo post, dovrò utilizzare momentaneamente delle foto di servizio, che verranno sostituite non appena il mio pc avrà fatto pace con la macchina fotografica. L’alternativa sarebbe farvi aspettare ancora e rischiare umanissime pene corporali da parte di Elisa.
Questo perchè ci tengo che  non dubitiate del fatto che sto parlando di prodotti che ho acquistato io me medesima con i miei sudati dindini e che ho provato prima di parlare a vanvera.
Ma veniamo alla ciccia, per farmi perdonare della mia assenza edulcolata dagli ugualmente interessanti post di Elisa, vi presento non una ma ben due altre cianfrusaglie da beautynerd!
Ebbene sì, ho anche questi:
Lo spazzolino elimina punti neri da dito per il naso e il pad elimina punti neri da mano per il viso.
Pore Cleaner Brush
Beauty Blackhead Remover

Li ho acquistati su ebay da questi venditori:
Pore cleaner brush
Beauty Blackhead Remover

Insomma l’ennesima cialtronata che non sono stata capace di  non acquistare.
D’altra parte ormai, chi mi conosce lo sa, ho una certa attrazione fatale verso il packaging kawaii, acquisto il contentitore e non il contenuto!
Ma sta volta il contenuto s’è rivelato  in parte anche utile.
Il primo pore cleaner è una sorta di ditale in silicone da inserire sull’indice e che grazie a dei dentini in silicone trasforma il vostro polpastrello in una gomma che dovrebbe eliminare i punti neri.
Ora, bisogna prendere atto che l’impresa sia e rimanga cmq impossibile, e che la pelle degli orientali è molto più spessa e grassa della nostra, quindi forse per loro funzionerà, ma per noi poveri europei funge semplicemente da coadiuvante nella lotta al punto nero.
Fa un ottimo gommage, questo sì, e qualche punto nero superficiale lo elimina anche, ma nulla di aggressivo.
Anzi, la sottoscritta, presa dall’entusiasmo, s’è grattuggiata il naso, quindi fate attenzione, non tentate di cancellarvi il naso o di sbucciarlo come una banana, siate delicate e non ripassate troppe volte sulla stessa zona altrimenti poi il risultato sarà quello di una rovinosa caduta a faccia sull’asfalto con tanto di trascinamento.
Il pad invece si infila come un anello sul dito indice e medio e al posto dei dentini ha delle microsfere di silicone, e ciò lo rende praticamente inutile.
Fa un buon massaggio al viso e ne riattiva la microcircolazione, ma nulla di più. Non sognatevi di riuscire a togliere punti neri con questo coso.
Quindi in definitva, diciamolo pure, li ho acquistati io per evitare che altri lo facciano.
Sono carini, ma sono più d’arredamento che funzionali.
Poi come sempre, chi sono io per impedirvi degli acquisti impulsivi?!?
Bisous!

2 Comments

  1. grazie per avermi salvata dall'acquisto: speravo nel miracolo!!

    15 marzo 2012
    |Reply
  2. Secondo me è un gadget pittoresto, carino per un regalo, ma decisamente poco utile per quello che si ripromette di fare!

    16 marzo 2012
    |Reply

Commenta