Skip to content

Scrub fai da te al miele e zucchero di canna

Posted in Review

Proprio ieri mi sono accorta che il mio fantastico detergente esfoliante allo zucchero dell’Avon stava terminando e allora ho pensato:ma perché non mettere in pratica la mia conoscenza erboristica e creare uno scrub naturale dedicato alla pelle delicata e non solo??
Esistono numerose ricette di maschere fai da te a base di frutta e verdura,di cui molto spesso siamo sprovvisti(ad esempio?i frutti di bosco non sempre sono reperibili,freschi s’intende)quindi ho pensato a qualcosa di comune nelle dispense italiane:il miele!La principale proprietà cosmetica di questo prodotto è la capacità di rendere morbidissima(avete presente la pelle di un bambino??)l’epidermide del viso(se,tra le altre cose,d’inverno le labbra si screpolano facilmente un ottimo rimedio sarebbe spalmarne un cucchiaino tutte le mattine prima di cominciare la giornata);oltre alle proprietà emollienti ha un’azione antimicrobica,dermo-sedativa e cicatrizzante:quindi,soffrite di acne??questo rimedio non può che fare al caso vostro.
Veniamo ora allo zucchero di canna:lo si preferisce,in questo caso,allo zucchero normale per la grana più spessa,permettendo una miglior esfoliazione(eliminazione delle cellule morte)della pelle del viso.
Non esiste,almeno a mio parere,una corretta posologia:indicativamente si utilizzano 2-3 cucchiai abbondanti di miele e 2-3 cucchiaini di zucchero di canna,si mescola il tutto e si ottiene un preparato che deve essere ben amalgamato!Lo si applica con una spatola sul viso e si eseguono dei movimenti circolari per almeno 30-60 secondi evitando il contorno occhi.Si sciacqua abbondantemente ed eventualmente si applica un tonico(no alcol)per eliminare i residui rimasti.
Questo trattamento dovrebbe essere fatto almeno due volte alla settimana per dare alla pelle un aspetto radioso.
Provare per credere.
Un bacione,
Elisa

One Comment

  1. Anonimo
    Anonimo

    …meno male Eli!…ne avevo proprio bisogno…ultimamente ho la pelle stanca e secca!…grazie!….Daniela

    27 aprile 2011
    |Reply

Commenta